Un percorso di riabilitazione davvero immersivo…

cave: i percorsi terapeutici virtuali

All’ Istituto Auxologico Italiano di Milano, si sta sperimentando un nuovo progetto: un percorso di riabilitazione e cura personalizzato.

Di cosa si tratta…

In due stanze o per meglio dire Cave, infatti, si testa la Telepresenza Immersiva Virtuale (TIV), dove vengono attuati programmi terapeutici e dove vengono simulati scenari di riabilitazione per chi ha subito un ictus, per chi ha attacchi di ansia, fobie e stress, per chi soffre di disturbi dell’alimentazione e per anziani con difficoltà motorie, demenza senile o Parkinson. Tutto per mezzo della realtà virtuale e  dei visori o occhialini 3D… il paziente può rievocare ciò che farebbe nella vita reale, grazie alla riproduzione  sugli schermi e sul pavimento di alcuni contesti classici… quindi una cyberterapia, passo molto importante e frutto di un percorso complesso di supporto alla terapia tradizionale.

L’ Auxologico è la prima struttura ospedaliera al mondo ad essere dotata della tecnologia ”Cave”: il Cave, in poche parole, è un sistema che permette di ricostruire una realtà, tenendo conto sia della parte cognitiva che uditiva che visiva sia di quella olfattiva che tattile, dando così la sensazione di essere davvero immersi all’ interno della scena virtuale. Questo progetto è stato realizzato con il supporto del Ministero della Salute e con il partner tecnologico Forge Reply, ma non dobbiamo dimenticare che l’ Auxologico si occupa da ben più di 20 anni delle applicazioni che la realtà virtuale potrebbe avere nella medicina.

Nello specifico…

Dopo che lo specialista ha dato il suo parere, il progetto di riabilitazione viene fatto dal fisiatra, dal geriatra o dal neurologo e, in ogni ingresso alla stanza che dura circa tra i 45-60 min, è sempre presente una figura professionale altamente qualificata. I pazienti che  stanno sperimentando questa terapia sono sia quelli ricoverati all’ Auxologico sia quelli seguiti in regime ambulatoriale e gli accessi sono circa di 12 sedute. I risultati, fino ad ora, sono molto positivi e dimostrano con successo l’aumento dell’ autonomia e dell’ autostima.

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>